Un posto chiamato Afasia – oltre la frontiera di Stroke

Valutato 5.00 su 5 su base di 1 recensioni
(1 recensione del cliente)

20.00

AFASIA. Scritto così è solo una parola, ma dietro nasconde un mondo oscuro che nessuno può ne immaginare ne capire. Ascanio d’un tratto si ritrova catapultato oltre la frontiera di Stroke, in un posto sconosciuto dove nessuno riesce a capire cosa pensa e prova.
Chi si perde in questo luogo compie un percorso di sola andata, perché da lì indietro non si torna. Afasia è un posto dove lo spazio e il tempo non sono ben definiti perché non si possono più misurare e dove le parole e i numeri non hanno alcun senso. Lì non esistono il telefono, i segnali stradali, i libri, gli orologi, i cartelli pubblicitari, perché non servono a niente. Non si può parlare, scrivere una cartolina, fare la lista della spesa, leggere il giornale, telefonare a un amico, chiedere un’informazione, giocare a carte, guardare che ora è, imprecare, dire ti amo, vendere o comprare, fare due conti, ascoltare il telegiornale o una conversazione, chiedere aiuto o ordinare un caffè. Non si può più fare niente di tutto questo. Ascanio se ne sta lì. Solo in mezzo al nulla, in preda alle sue ansie alle sue angosce e alle sue preoccupazioni. Gli unici compagni sono i suoi pensieri e i suoi sogni, perché pensare e sognare può, ricordare anche, ma tradurre i propri pensieri in segni grafici o parole non gli è possibile. Qualsiasi tipo di comunicazione è abolita. Da lì può solo osservare le immagini e ascoltare i suoni e i rumori che provengono dal mondo cui apparteneva prima di attraversare quella maledetta frontiera, senza alcuna possibilità di interagire, perché le parole pronunciate e ascoltate quando oltrepassano la linea di Stroke perdono significato e diventano incomprensibili come quelle di una lingua aliena.
Un posto chiamato Afasia oltre la frontiera di Stroke è un romanzo d’amore, di sofferenza e di profonda solitudine.

COD: 978-88-6924-026-3 Categorie: , Tag:

1 recensione per Un posto chiamato Afasia – oltre la frontiera di Stroke

  1. Valutato 5 su 5

    Renzo

    Bellissimo! Letto tutto d’un fiato! Una narrazione magistrale, mi ha commosso.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *